In primo piano:

Altre notizie:

C'era una volta il Movimento Sociale Italiano

Ieri ricorrevano i 70 anni del Movimento Sociale Italiano, fondato e guidato per molti anni da Giorgio Almirante
C'era una volta il Movimento Sociale Italiano

Sono ormai passati 70 anni da quel lontano 26 dicembre 1946 quando Giorgio Almirante, Pino Romualdi e Augusto De Marsanich si riunirono nello studio di Arturo Michelini per fondare il Movimento Sociale Italiano.

La destra italiana, da quel momento fino all’avvento della Seconda Repubblica, ha avuto l’ostracismo della ‘conventio ad ex ...

Leggi tutto


CARO POLETTI, AVETE FATTO DI NOI I CAMERIERI D’EUROPA, LE SUE SCUSE NON LE ACCETTO”

LA LETTERA APERTA DI UNA RICERCATRICE ITALIANA EMIGRATA IN FRANCIA: “PRIMA CI AVETE COSTRETTO AD ANDARCENE, POI CI SBEFFEGGIATE”.
CARO POLETTI, AVETE FATTO DI NOI I CAMERIERI D’EUROPA, LE SUE SCUSE NON LE ACCETTO”

Caro Ministro Poletti,

le sue scuse mi imbarazzano tanto quanto le sue parole mi disgustano.

Siamo quelli per cui il Novecento è anche un patrimonio cinematografico invidiabile, che non inseguiva necessariamente i botteghini della distribuzione di massa, e lì imparammo che le parole sono importanti, e lei non parla bene.

Non da oggi.

A mia memoria da quando il 29 novembre 2014 iniziò a dare i numer ...

Leggi tutto


5STELLE: PAZIENZA FINITA, GRILLO TEME ALTRE GRANE GIUDIZIARIE, RAGGI SOTTO TUTELA, NON SI ESCLUDE NULLA

GLI ORTODOSSI SFIDUCIANO LA RAGGI E ACCUSANO DI MAIO CHE (COME DIBBA) TACE…MANCA IL CORAGGIO DI SFIDUCIARLA, SI ASPETTA UN AVVISO DI GARANZIA
5STELLE: PAZIENZA FINITA, GRILLO TEME ALTRE GRANE GIUDIZIARIE, RAGGI SOTTO TUTELA, NON SI ESCLUDE NULLA


Il Campidoglio e l’Hotel Forum distano pochi metri l’uno dall’altro.

Oggi però lo spazio che separa la “casa” di Virginia Raggi e la residenza romana di Beppe Grillo sembra interminabile. Beppe è sempre più deluso da Virginia, sul futuro non può escludere nulla, neanche l’addio cioè il ritiro del simbolo M5S.

Ufficialme ...

Leggi tutto


CON QUALE LEGGE ELETTORALE VOTEREMO LA PROSSIMA VOLTA?

I DUBBI DELLA CONSULTA SUL BALLOTTAGGIO E DUE SISTEMI DI VOTO INCOMPATIBILI. I GIUDICI POTREBBERO RITENERE ECCESSIVO IL PREMIO DI MAGGIORANZA AL PRIMO PARTITO
CON QUALE LEGGE ELETTORALE VOTEREMO LA PROSSIMA VOLTA?

Dopo il rinvio deciso a settembre in attesa del referendum, la nuova scadenza è arrivata: il 24 gennaio la Corte costituzionale deciderà il destino dell’Italicum, la legge elettorale per la Camera dei deputati.

Quel giorno 14 giudici (uno s’è dimesso un mese fa, Giuseppe Frigo di nomina parlamentare, ma non c’è aria che i partiti scelgano il successore in tempi brevi) si riuniranno al palazzo della Consulta e stabiliranno se la riforma è compatibile con la Costituzione.

...

Leggi tutto



LA MELONI MANDA AVANTI DONZELLI: “VIA LA FIAMMA DAL SIMBOLO DI FDI”

E’ L’UNICA COSA GIUSTA CHE HA DETTO: FDI E’ UN PARTITO REAZIONARIO CHE NON HA NULLA A CHE FARE CON IL MSI… SE VUOI CAMBIARE LINEA DEVI AVERE IL CORAGGIO DI CAMBIARE ELETTORATO E RISCHIARE QUALCHE POLTRONA
LA MELONI MANDA AVANTI DONZELLI: “VIA LA FIAMMA DAL SIMBOLO DI FDI”

«Via la Fiamma dal simbolo di Fratelli d’Italia».
A dirlo è Giovanni Donzelli, membro dell’esecutivo nazionale del partito guidato da Giorgia Meloni.
E della leader amico da anni, facendo parte a pieno titolo di quella «generazione Atreju», tanto da far pensare che sia stata lei a mandarlo in avanscoperta per “vedere l’effetto che fa”.
Donzelli ha affidato i suoi pensieri a un lungo post sul suo blog.
«L’ex centrodestra non esiste più - esordisce - e credo che per noi di Fratelli d’Italia sia il momento di iniziare a immaginare una nuova fas ...

Leggi tutto


CAMERA NEGA AUTORIZZAZIONE A UTILIZZO INTERCETTAZIONI: PD, FORZA ITALIA, FDI E SINISTRA ITALIANA SALVANO LUIGI CESARO

L’ACCUSA E’ DI CORRUZIONE E TURBATIVA D’ASTA NELLA VICENDA DELL’APPALTO SUI RIFIUTI… L’ESPONENTE DI FORZA ITALIA ERA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI NAPOLI
CAMERA NEGA AUTORIZZAZIONE A UTILIZZO INTERCETTAZIONI: PD, FORZA ITALIA, FDI E SINISTRA ITALIANA SALVANO LUIGI CESARO

Pd e Sinistra italiana votano con Fratelli d’Italia e Forza Italia. 
Ed è così che l’Aula della Camera nega l’autorizzazione all’utilizzo delle intercettazioni telefoniche di Luigi Cesaro (Forza Italia) richiesto dal gip del Tribunale di Napoli il 14 aprile 2016.
Contro l’autorizzazione hanno votato in 285, i voti a favore dell’istanza dell’autorità giudiziaria sono 74: quelli del Movimento 5 Stelle e Scelta civica.
Mentre 20 sono stati gli astenuti (Lega).
L’inchiesta riguarda il periodo in cui Cesaro era Pr ...

Leggi tutto


ROMA, AVANTI COI RAGGI-RI: MARRA SPOSTATO AD ALTRO INCARICO, FRONGIA VICESINDACO “POLITICO” NON PIU’ CAPO DI GABINETTO

DOPO L’EX UOMO DI ALEMANNO, ANCHE FRONGIA COSTRETTO A CAMBIARE RUOLO: CONTINUA LA LOTTA INTERNA AI CINQUESTELLE
ROMA, AVANTI COI RAGGI-RI: MARRA SPOSTATO AD ALTRO INCARICO, FRONGIA VICESINDACO “POLITICO” NON PIU’ CAPO DI GABINETTO

Raffaele Marra, il dirigente pubblico da poco destinato dalla sindaca di Roma Virginia Raggi al ruolo di vicecapo di Gabinetto, “sarà spostato ad altro incarico”.
E’ quanto si apprende dal Campidoglio.
La giunta Raggi, che sarebbe al completo, sarà invece presentata alle 15 di giovedì 7 luglio, confermano fonti vicine alla prima cittadina.
Anche Daniele Frongia, braccio destro del primo cittadino, potrebbe lasciare la carica di capo di gabinetto per diventare vicesindaco ‘politico’
La guerra interna  tra i 5 ...

Leggi tutto


IL DIRETTORIO CHIEDE POSTI: LA GUERRA INTERNA AL M5S BLOCCA LA GIUNTA RAGGI

LA LOMBARDI INSISTE PER UN RUOLO DI PRIMO PIANO A FAVORE DI DE VITO… DI MAIO OTTIENE UN ASSESSORATO PER LA FEDELE LAURA BALDASSARRE
IL DIRETTORIO CHIEDE POSTI: LA GUERRA INTERNA AL M5S BLOCCA LA GIUNTA RAGGI

Prima il “fuoco amico” di Roberta Lombardi sulla nomina del vicecapo di gabinetto di Virginia Raggi indicato come “filo-Alemanno”.
Poi i dubbi di Marcello De Vito, mister preferenze del M5S sull’annuncio della giunta: «È probabile ma non certo», dice, che arrivi il 7 luglio, durante la prima seduta del consiglio comunale.
Una formula vaga quanto basta che segnala, ancora una volta, le difficoltà che la sindaca a 5 Stelle sta riscontrando nel comporre la sua squadra.
Parole che, al netto dello svarione sul regolamento (un sindaco è obbligato a presentare la sua squad ...

Leggi tutto


VINCE BREXIT !

Giornata storica per la Gran Bretagna e per l'Europa: ha vinto il coraggio dei cittadini britannici di dire NO a un sistema, quello comunitario, che, tradendo la sua ispirazione originaria, si è nel tempo trasformato in un sistema egemone e austero.
VINCE BREXIT !

Ha vinto il coraggio della Gran Bretagna di ripensare radicalmente i propri rapporti internazionali, superando la paura di cambiare, paura che ci tiene ancorati allo status quo che, per quanto precario, costituisce pur sempre una garanzia.
Il progresso è, per dirla in termini kuhniani, un continuo mutamento di paradigma.

E da oggi prende avvio il mutamento del "paradigma UE".
Grazie agli amici britannici che ci stanno offrendo l'occasione per rivoluzionare le relazioni tra gli Stati!
Sinceramente mi auspico l'effetto domino.

Ma, in ogni caso, l'Unione Europea è stata chiamata a ripensare sé stessa e, se vuole continuare ad essere, deve rispondere. ...

Leggi tutto


Raggi, Appendino e la società dei mediocri

La nostra è l’epoca in cui, per citare Paul Ricoeur, all’ipertrofia dei mezzi corrisponde un’atrofia dei fini. In cui la sfavillante opulenza informativa produce, all’atto pratico, una desolante indigenza conoscitiva. Sappiamo che dobbiamo andare, desideriamo ardentemente farlo, siamo programmati dalla grande industria culturale per muoverci in base ai dettami prestabiliti, ma non sappiamo per dove. Costretti al viaggio ma privati della capacità di concepire autonomamente una mèta. Sempre più è così nel nostro esistere quotidiano, ma da molto (troppo) tempo è così nell’agire politico.
Raggi, Appendino e la società dei mediocri

 

La nostra è l’epoca in cui, per citare Paul Ricoeur, all’ipertrofia dei mezzi corrisponde un’atrofia dei fini. In cui la sfavillante opulenza informativa produce, all’atto pratico, una desolante indigenza conoscitiva.

Sappiamo che dobbiamo andare, desideriamo ardentemente farlo, siamo programmati dalla grande industria culturale per muoverci in base ai dettami prestabiliti, ma non sappiamo per dove.

Costretti al viaggio ma privati della capacità di concepire autonomamente una mèta.

Sempre più è così nel nostro esistere quotidiano, ma da molto (troppo) tempo è così nell’agire politico.

Naviganti senza una mèta

Il teatrino mediatico appiattisce tutto ...

Leggi tutto



Dal nostro archivio: